dal 3 al 31 ottobre 2020

“Ecosofie” Tutto si tiene

A partire dall’equivalenza baconiana tra sapere e potere, l’uomo si è mosso con la prospettiva prometeica di dominio sul mondo come se il mondo fosse niente di più che lo spazio vitale.

Il “lebensraum” della nostra azione dominatrice e trasformatrice, come se i fiumi, le montagne, gli animali, gli alberi fossero messi lì apposta per il nostro divertimento o il nostro risiko economico.

continua a leggere il manifesto di Ecosofie

Eventi e Notizie

Chiudiamo il sipario della terza edizione del Festival delle Filosofie di Palermo con il contributo di Jean-Luc Nancy, uno dei grandi maestri della filosofia. Un ringraziamento alla prof.ssa Rosaria Caldarone per la traduzione. Nancy entra nel vivo del tema dell'ecosofia e ne coglie un aspetto che nessuno aveva ancora trattato nel corso dei tanti incontri del Festival. L'ecosofia è uno spazio per parlare, uno spazio per fare senso. ...

View on Facebook

Mer 11 Nov alle ore 20:00 - Ven 30 Giu alle ore 01:00 CET Evento online fb.me/e/3SZQy5MhJ?ti=wa ...

View on Facebook

Ecosofie. Terza edizione del festival delle filosofie di Palermo.
Ecco i numeri.
65 relatori coinvolti in 26 eventi.
Sedi
450 persone hanno partecipato agli incontri dal 3 al 18 ottobre. dopo il nuovo DPCM ha vietato le attività convegnistiche.

Facebook
145.000 persone hanno visualizzato un contenuto delle pagina
30.000 hanno interagito
28.440 hanno visto i video della pagina
Sito
2600 visitatori unici della pagina web
...

View on Facebook

Sostieni il Festival delle Filosofie

Organizzazione 

Siamo un gruppo di innamorati dell’Umanità e del Pensiero umano e vogliamo fare la nostra parte per contrastare il semplicismo imperante, che appiattisce le menti e quindi la dignità dell’essere umano.

Nasce quindi l’Associazione Lympha che, senza fini di lucro, mette insieme talenti e passioni culturali di uomini e donne con storie personali differenti che hanno deciso di mettere a valore i loro saperi e le loro esperienze, le loro relazioni umane e professionali  e fonderli e così coniare una nuova moneta da “dissipare” in cultura e arte, per sfuggire ai conformismi, per esercitare il pensiero critico, per coltivare la bellezza nelle sue  varie forme.

CONTINUA A LEGGERE