Concerto con Giuseppe Lomeo e Marco Ariano

Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

La performance Ephemera esplora la fragile zona d’ombra che contiene e separa l’ impermanenza dell’attimo e la stabilità dell’essere, quella riva del tempo e del silenzio dove i suoni si stagliano e si inabissano. Due artisti fortemente convinti, Ariano e Lomeo,  che la loro esperienza artistica sia essenzialmente inscindibile dalla loro pratica di vita è di pensiero, che potremmo largamente qualificare come filosofica. Il divenire dei loro stili, l’interesse per l’improvvisazione, per la ricerca di tecniche non ortodosse sui reciproci strumenti, per lo sviluppo, il confronto e la condivisione di un cammino stilistico intimo  e singolare sembrano essere la cifra del loro progetto comune, sin dalla creazione nel 2006 delle ensemble elettro acustico Opera Mutica, con cui oltre a dar vita all’album: Kaosmos (2007) hanno composto ed eseguito musiche di scena per vari lavori teatrali e di Performance Art andati in scena all’interno di rassegne internazionali tra cui il Fringe festival di Edimburgo, il Festival della letteratura di Londra, il Festival di Nuova Consonanza di Roma, il Festival di Teatro internazionale di Nuova Delhi. Quella di Ariano e Lomeo  una ricerca che si iscrive in una scena effimera e segreta, dove ogni cosa è pre-testo per nuovi sentieri, nuove intensità; una sorta di Docta Ignorantia sembra guidarli nelle loro improvvisazioni, che abitano la soglia sottile tra perizia e non conoscenza, tra il sapere e l’ignoto un volontario abbandono della propria confort zone, delle proprie abitudini e certezze esecutive, in cerca dell’inaspettato, dell’ancora sorprendente. Un appello ad un Altro  tanto rischioso quanto vivificante e  creativo.