RIPENSARE L’UMANO PER ABITARE LA GRANDE CITTÀ DELLE RETI

Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Ripensare l’Umano per abitare la “grande città” delle reti

di Piero Dominici, Fellow della World Academy of Art and Science, Direttore Scientifico del Complexity Education Project, Università degli Studi di Perugia

Gettati nell’ipercomplessità, siamo nel mezzo di una “trasformazione antropologica” che ci obbliga a ripensare l’Umano e la sua interazione complessa con la tecnologia e con ecosistemi sempre più interconnessi. Fin dai tempi della modernizzazione, la grande città si presenta come luogo complesso del conflitto e delle asimmetrie, ancora una volta attraversato da processi di trasformazione che sconvolgono completamente gli “assetti” economico-sociali preesistenti, le gerarchie e le “visioni del mondo” dominanti. Nella “grande città”, d’altra parte, si consumano con maggiore radicalità i vecchi ed i nuovi conflitti sociali, non ultime le battaglie per il riconoscimento dei diritti fondamentali dell’individuo, e della Persona, che la modernità aveva dato già per acquisiti. Da sempre territorio e metafora della complessità del sociale e del vivente, è lo spazio sociale, culturale e politico, in cui provare ad esistere come Persone e negoziare le nuove regole d’ingaggio della cittadinanza.

 

Piero Dominici – Fellow della World Academy of Art & Science e Direttore Scientifico del Complexity Education Project, Università di Perugia.

Discussant: Simone Arcagni Università degli Studi di Palermo, Claudia Rosciglione – Università di Palermo.

L’accesso all’Agorà avverrà da Piazza Olivella, ingresso principale.

POSTI ESAURITI