VERITÀ E POSTVERITÀ

/, Incontri filosofici/VERITÀ E POSTVERITÀ
Caricamento Eventi
Questo evento è passato.

Estensione del dominio comunicativo e della sua informatizzazione, fallacie argomentative, coincidenza fra sfera comunicativa e sfera politica: il nostro presente sembra governato da trame illogiche e ingannevoli, capaci di alterare le idee di “realtà” e “verità” fino alla messa in dubbio radicale della possibilità di una verità oggettiva. Ci è ancora possibile parlare della verità come di una proprietà dei fatti, nonostante la nascita incontrollata di nuovi soggetti e forme del comunicare? In che misura i nuovi modi di scambiarsi informazioni, tesi, valutazioni hanno indebolito il concetto di verità? E se non si tratta di una nozione solida e inaggirabile, bisogna forse concludere che essa non sia, in fondo, necessaria per lo svolgersi di un confronto razionale? 

Relatori

Anna Maria Lorusso – professore associato di filosofia del linguaggio Università di Bologna

Salvo Vaccaro – professore ordinario di teoria politica

Università di Palermo

Discussant

Salvatore Di Piazza – ricercatore di filosofia del linguaggio Università di Palermo

Chiara Agnello – ricercatrice di filosofia teoretica Università di Palermo

Introduzione

Gianfranco Marrone, ordinario di Semiotica dell’Università di Palermo

Partecipa all’evento